Laser

Negli anni abbiamo accolto le innovazioni tecnologiche per far sì che i trattamenti siano sempre più sofisticati e predicibili ma anche più tollerabili ai piccoli.

Un esempio è l’introduzione nella nostra pratica clinica del Laser a Diodi.

ll laser emette una luce molto concentrata che, a seconda della potenza utilizzata, ha diversi tipi d’effetto sui tessuti.
Il mezzo attivo del laser a diodi è un semiconduttore, che produce una radiazione della lunghezza d’onda di 808/980 nm: questo lo rende estremamente affine con le molecole
di emoglobina e melanina, quindi con tutti i pigmenti scuri; questa caratteristica rende il laser a diodi indicato negli interventi sui tessuti molli, per la presenza di sangue (emoglobina) nel sito trattato.
L’energia luminosa a contatto con i tessuti si trasforma in energia termica e consente di disinfettare, tagliare o coagulare il tessuto mucoso a seconda delle necessità con grande precisione grazie alla dimensione ridotta del fascio di luce.
Le capacità emostatiche del laser consentono di avere un minore sanguinamento, un campo operatorio più pulito ed una ridotta necessità di sutura; inoltre, l’effetto antalgico, decontaminante e biostimolante favoriscono una guarigione più rapida e meno difficoltosa.

Questa tecnica può essere utilizzata in situazioni quali:
– il recontouring gengivale (ovvero rimozione di eccesso di gengiva in caso di alterata eruzione passiva o iperplasia gengivale infiammatoria)
– la disinserzione di frenuli labiali
– l’esposizione di miniviti e miniplacche in caso di iperplasia gengivale infiammatoria
– l’esposizione di elementi dentari in semi-inclusione mucosa.

________________________________________________________________________________________________

Leggi l’articolo dedicato alla diagnosi e al trattamento del Frenulo labiale superiore ad inserzione Tecto Labiale.

Clicca su questo link:

Articolo Clinico – Frenulo ad inserzione Tectolabiale -Dr.Silvia Rapa